Menu Fotovoltaico

Il “sistema integrato”proposto da Emifer e orientato ad un risparmio energetico totale, prevede come elemento chiave l’impianto fotovoltaico.

Esso infatti rappresenta l’elemento essenziale per la produzione di energia elettrica. Il processo consiste nella conversione della radiazione solare incidente sulla superficie del materiale semiconduttore di cui sono costituiti gli elementi elementari ovvero i pannelli fotovoltaici, in energia elettrica fruibile all’interno dell’abitazione.

Nell’ottica del risparmio energetico ed economico e dell’efficienza energetica, risulta di vitale importanza il corretto dimensionamento dell’impiantostesso. Determinare l’idonea potenza di picco (massima potenza generabile dall’impianto) necessaria per soddisfare il fabbisogno energetico dell’abitazione o dell’azienda, rappresenta infatti il primo e più importante passo nel processo di progettazione specifico di Emifer.

Il fine ultimo di un impianto fotovoltaico è quindi quello di generare e garantire l’approvvigionamento energetico a costo zero e nel rispetto dell’ambiente.

Scendendo nel dettaglio costruttivo, gli elementi essenziali di un impianto fotovoltaico sono i seguenti:

 

-Pannelli Fotovoltaici

-Inverter

 

I pannelli fotovoltaici, come già accennato prima, sono gli elementi responsabili della conversione dell’energia solare in energia elettrica. Questo avviene grazie alle proprietà del materiale costitutivo dei pannelli, ovvero al materiale semiconduttore che nella maggior parte dei casi è il silicio. Quando questo materiale viene colpito dai raggi solari, a causa della sua struttura molecolare interna, si genera un flusso di cariche (elettroni) che non è nient’altro che la corrente continua che si va a prelevare ai contatti esterni dei pannelli fotovoltaici.

Ovviamente risulta poi necessario rendere fruibile questa corrente all’interno dell’abitazione, ed è per questo che il secondo elemento essenziale nell’impianto fotovoltaico, l’inverter, diventa fondamentale. Esso trasforma la corrente continua in ingresso in corrente alternata. La corrente elettrica così convertita può essere usata direttamente per alimentare i carichi, oppure viene immessa in rete nel caso di eccedenza. La terza alternativa, che viene spiegata in dettaglio nella sezione inerente gli accumulatori energetici, riguarda appunto la possibilità di accantonare l’eccedenza di energia in appositi sistemi di stoccaggio ed usufruirne solo quando necessario.

Da un punto di vista prettamente tecnico dunque, sono i pannelli fotovoltaici e gli inverter gli elementi indispensabili che ci permettono di avere a disposizione una determinata quantità di energia elettrica.

Esiste inoltre una classificazione per quanto concerne la tipologia di impianto realizzabile:

 

  • Impianti Stand Alone: sono sistemi non sono connessi alla rete elettrica nazionale, pertanto non cedono l'energia prodotta in eccesso alla rete ma la accumulano in apposite batterie locali consentendone l'erogazione in un secondo momento. Questi sistemi sono nati per fornire energia elettrica in   luoghi ancora scoperti dalla rete elettrica nazionale e dove l’allacciamento ad essa risulta problematico e costoso.

 

  • Impianti Grid Connect: i sistemi di questo tipo possiamo invece definirli “sistemi standard” in quanto rappresentano la classica tipologia di installazione e funzionamento, presentando un collegamento diretto con la rete elettrica nazionale al fine di scambiare energia con essa. Infatti, la parte di energia elettrica prodotta in eccesso viene ceduta alla rete, mentre nelle situazioni in cui il sistema fotovoltaico non è in grado di soddisfare istantaneamente il fabbisogno energetico, si preleva energia dalla rete stessa. In questi casi quindi, l'utenza può contare sia sull'energia elettrica prodotta dai pannelli fotovoltaici sia dalla normale erogazione di energia della rete nazionale.

 

La quantità di energia generata dall’impianto fotovoltaico quando ben dimensionato, permette di ottenere un notevole risparmio sulle bollette.

La tendenza agli aumenti per le tradizionali fonti energetiche (luce, gas) è un dato di fatto da sempre, quindi avere la possibilità di produrre energia in modo gratuito diventando indipendentidalle fluttuazioni di mercato rappresenta sicuramente la prima fonte di guadagno.

Proprio seguendo questo principio, Emifer propone le soluzioni necessarie per arrivare ad una condizione di indipendenza energetica.

Un impianto fotovoltaico infatti, oltre ad essere fin da subito una grande fonte di risparmio, riesce anche ad integrarsi perfettamente con altri sistemi studiati appositamente per il risparmio energetico. Pompe di calore, accumulatori di energia e sistemi radianti di riscaldamento e raffrescamento, soddisfano tutti i bisogni primari all’interno di un’abitazione e vengono alimentati a costo zero direttamente dall’impianto fotovoltaico. 

 
 
 
 

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito, accetti l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni